Programma scuole

Questo metodo è entrato in molte scuole in tutto il mondo per l’aiuto che dà ai bambini che hanno problemi di apprendimento.

La causa dei disturbi nell’apprendimento, che influenzano il linguaggio, la percettività e la comprensione linguistica è raramente una patologia cerebrale, ma quasi in tutti i casi, dipendono da stress emozionale durante l’apprendimento. Si tratta semplicemente di una funzione cerebrale, non di un disturbo.

Ognuno di noi ha vissuto un periodo nella sua vita, dove apprendere, imparare, era non solo senza stress, ma al contrario pieno di gioia. Era durante i primi anni di vita, le cose più difficili le abbiamo imparate da soli. Nessuno ci ha detto come si prende un oggetto, come si cammina, l’abbiamo scoperto da soli, e che perseveranza avevamo! Se non riuscivamo, non era un problema, potevamo sempre riprovare, l’intelligenza innata ci guidava.

bimbo

Poi, al più tardi quando iniziavamo la scuola, imparavamo ad avere timore di fare sbagli, paura di non saper fare come ci si aspettava da noi. In più sapevamo spesso la risposta, ma non potevamo spiegare perché la sapevamo e questo non andava bene. Cosi pian, piano chiudevamo “il rubinetto” dell’intelligenza che avevamo dentro, cercavamo di accontentare le richieste, di conformarci. Cominciavamo a limitarci. Per alcuni tutto questo era difficile, diventavano lenti nell’apprendimento, o dislessici. Forse per noi, tutto questo non era cosi difficile, però anche noi cominciavamo con un monologo o dialogo interiore che non ci era di aiuto :”La matematica non è per me”, “Non sono portato per le lingue” ecc. ecc.

Abbiamo a cuore di fare conoscere questo metodo che ha già aiutato migliaia di bambini (e di adulti) in tutto il mondo a migliorare le loro prestazioni. In Italia Marie-Louise Marty ha potuto lavorare con due classi in una scuola superiore di Lauria (PZ).


lauria1lauria2

lauria3 lauria4

Non erano ragazzi con problemi di apprendimento, ma hanno imparato tante tecniche, che potranno usare ogni volta che ne sentiranno il bisogno. Questi ragazzi sanno che la loro Individualità Unica non ha limiti, se non li mettono loro, e sanno che il loro potere di cambiare e di crescere è infinito. Hanno la chiave per un cambiamento positivo verso il progresso e la propria realizzazione.

E chi è portatore di handicap ricorderà la storia di Helen Keller, cieca e sordo-muta.

 

_

The logo is a Haiku Painting  of John Diamond, M.D. ( www.drjohndiamond.com )